MONTI DELLA TOLFA

 Eventi geologici, peculiari condizioni climatiche e continue azioni dell'uomo hanno plasmato il paesaggio di questo gruppo collinare alle porte di Roma, geograficamente ben delimitato. Ambienti caratterizzati da elementi antropici minimali e fascinosi come fontanili, steccati, muretti a secco, antichi percorsi; associazioni botaniche che derivano da millenarie selezioni naturali e indotte fanno da sfondo a numerosi animali da pascolo allo stato brado, secolare risorsa del territorio ma oggi protagonisti assoluti e silenziosi di un paesaggio unico. Qui emergono ancora angoli di natura selvaggia che emanano il respiro di ere passate: ombrosi percorsi riparali, distese impenetrabili di macchia mediterranea, rupi tufacee inaccessibili, rovine avvolte da una fitta ed intricata vegetazione, specie animali e botaniche di grande interesse. Parte del fascino dei Monti della Tolfa risiede nella varietÓ di situazioni dettate dalla morfologia del territorio e dalle variazioni stagionali, ma anche dall'alternanza serrata di ambienti naturali intatti e di altri fortemente antropizzati. Ho raccolto alcune immagini che costituiscono una sintesi emblematica delle tante suggestioni offerte da questi luoghi, tra vedute e dettagli rappresentativi. Le ho ordinate secondo una carrellata ideale scandita dalla stagioni, a partire dall'esplosione di colori primaverili.Senza la presunzione di voler tracciare un quadro esaustivo e spettacolare del paesaggio tolfetano-cerite che richiederebbe un voluminoso reportage ho solo l'ambizione di suscitare una maggiore e consapevole curiositÓ nei nostri sguardi superficiali, spesso assuefatti a suggestioni di luci e colori delle quali, a volte, ci dimentichiamo di cogliere il respiro pi¨ profondo.

 

 

 

 

Le immagini pubblicate in questo sito sono di proprieta' dell'autore fotografo e sono protette dalla legge sul Diritto d'Autore, n. 633/1941 e successive modifiche. La riproduzione deve essere espressamente autorizzata dall'Autore, anche in rispetto della legge 128/2004